Versamenti e Prelievi – Cosa Sono e Quanto Costano

Le operazioni di prelievo e versamento sono le più effettuate da un correntista tipo. Negli ultimi anni, il cliente che effettua versamenti e prelievi ha tratto notevoli benefici in termini di riduzione dei costi e velocità dell’operazione dallo sviluppo di nuovi canali alternativi allo sportello.

Versamento e prelievo sono operazioni opposte e complementari: i versamenti costituiscono operazioni a credito (come lo è, per esempio, la ricezione di un bonifico), i prelievi operazioni a debito (come i pagamenti con carta bancaria o l’addebito delle bollette sul conto).

In parole povere, mentre un versamento accresce il saldo del conto corrente, il prelievo lo diminuisce.

Versamenti

Il modo più classico per effettuare un’operazione di versamento sul tuo conto corrente è recarti presso lo sportello della tua banca con il denaro o l’assegno che vuoi versare e firmare la distinta di versamento.

Si tratta di un modulo sul quale dovrai indicare tipo di operazione, coordinate del tuo conto corrente, importo del versamento.

Nel caso di versamenti in contanti, occorre indicare anche il numero e il taglio delle banconote. Se ciò che vuoi versare è invece un assegno, oltre a compilare la distinta ti sarà chiesto di apporre una firma sul retro, la cosiddetta firma per quietanza. In entrambi i casi, a operazione conclusa il cassiere ti consegnerà una ricevuta attestante il versamento.

In alternativa e sempre che la tua banca lo preveda, puoi effettuare un versamento self service allo sportello automatico (cosiddetto “sportello Bancomat”). Presso gli sportelli ATM abilitati si possono anche versare assegni.

Prelievi

Se vuoi prelevare contanti dal tuo conto, puoi farne richiesta allo sportello della tua filiale, compilando e firmando l’apposito modulo o eventualmente consegnando all’operatore un assegno autointestato.

Questa forma di prelievo, però, è andata progressivamente in disuso: oggi il modo più comune di prelevare contanti passa attraverso gli sportelli automatici (cosiddetti “sportelli Bancomat”) e la carta di debito, che consentono di ritirare denaro 24 ore su 24, in qualunque giorno dell’anno e presso qualunque banca.

Per quanto riguarda i costi, i prelievi agli sportelli automatici delle filiali del tuo istituto sono generalmente gratuiti, quelli effettuati in altre banche richiedono di solito il pagamento di una commissione. In questo ultimo caso un messaggio sullo schermo ti informerà dell’eventuale applicazione di un costo all’operazione di prelievo.

Anche ritirare denaro con la carta di credito è possibile: basta che selezioni la voce “circuiti internazionali” dopo aver inserito la carta allo sportello automatico. Il vantaggio rispetto al prelievo con la carta di debito è che l’addebito sul conto avviene successivamente, come per le altre spese effettuate con la carta di credito. Per contro, a prescindere dallo sportello prescelto per il ritiro, pagherai una commissione calcolata in percentuale sulla cifra prelevata.