Rinegoziazione Mutuo – Come Fare

Rinegoziare il mutuo significa rifinanziare il prestito richiesto per l’acquisto della vostra casa. Non perderete quanto avrete già pagato e potrete pagare quello che resta con un piano di ammortamento più leggero.

Molti rinegoziano perché non si trovano bene con il tipo di tasso di interesse applicato al mutuo, se hanno un tasso variabile, andranno verso un tasso fisso con il rifinanziamento.

Per rinegoziare, i proprietari si rivolgono a un istituto di credito diverso rispetto a quello dove hanno stipulato il mutuo. In realtà, potete richiedere il rifinanziamento anche nella stessa banca dove avete stipulato il primo mutuo a una condizione, dovrete informare la banca che state cercando una soluzione più conveniente per il prestito in corso.

Se ci sono ancora molte rate da pagare e se avete un conto corrente presso quella filiale, è probabile che la banca, per non perdervi, vi offra una soluzione di rifinanziamento promozionale, che vi consenta così di risparmiare sia sull’importo mensile, sia sulle spese accessorie per il passaggio della pratica da una banca all’altra.

Se il contratto non lo dice espressamente, la banca non potrà chiedervi denaroper il passaggio da un’offerta all’altra. Si risparmia anche sulle spese notarili, le parti non dovranno certificare il nuovo contratto fuori, ma la banca stessa chiuderà il contratto vecchio, aprirà  quello nuovo, farà i calcoli del caso e invierà gratuitamente le comunicazioni al cliente.

Rinegoziare il mutuo con la stessa banca evita disguidi con i pagamenti e può assicurare una liquidità aggiuntiva extra se fosse necessario, mantenendo le condizioni a voi favorevoli del vecchio contratto, per esempio, l’importo del prestito sarà minore per le rate già pagate, non dovrete aprire un nuovo conto corrente e manterrete l’assicurazione già pagata.

Prima di rinegoziare il mutuo, informatevi sulle condizioni successive ai periodi promozionali e fate i conti.