Prestito d’Onore Studenti – Come Funziona

Il prestito d’onore per studenti nasce come soluzione ai tagli dello Stato nei confronti dell’istruzione, in particolare sono stati tagliati i fondi che coprivano le borse di studio, che permettevano a molti di accedere alle facoltà universitarie senza problemi per i libri di testo.

Quest’anno, l’A.Di.Su, ente che si occupa dei servizi per gli studenti, è riuscita a soddisfare solo il 51% della richiesta, quindi l’altro 49% degli studenti bisognosi ha dovuto rivolgersi alle banche per finanziare i propri studi con un prestito personale finalizzato.

Oltre ai libri di testo, il prestito d’onore (con un piano di ammortamento che parte in ritardo, cioè subito dopo la laurea dello studente) prevede un piano di ammortamento di almeno tre anni e un importo variabile deciso dalla banca alla quale richiediamo il finanziamento.

Il prestito d’onore può essere richiesto anche per viaggi di formazione o per master specialistici. Oltre a disporre di un reddito continuativo dimostrabile (cosa difficile per i giovani) o un immobile di proprietà su cui attuare l’ipoteca, il richiedente dovrà portare il proprio libretto universitario, a garanzia del successo del master che andrà a frequentare con il prestito erogato. In questi casi, la banca attua un tasso di interesse variabile o misto.

Il prestito d’onore rappresenta quindi uno strumento molto utile e risulta essere importante conoscere le caratteristiche e come ottenerlo.