Pignoramento Presso Terzi – Come Funziona

In questo articolo spieghiamo in cosa consiste il pignoramento presso terzi e come funziona. Il pignoramento presso terzi è una pratica sempre più diffusa, perché sempre più diffusa è la crisi economica in cui ci muoviamo.

Infatti, a causa di questa congiuntura economica, sempre meno banche sono disposte a concedere un prestito, sempre meno persone prestano privatamente e sempre meno persone sono in grado di onorare i propri prestiti.

Quando si apre una procedura di pignoramento, si ritiene che, in linea di massima, qualunque proprietà di quella persona possa essere pignorabile.

Paradossalmente, non si pensa subito alla casa, si pensa allo stipendio, ai conti correnti, ai soldi in genere, perché possono essere pignorati più semplicemente. Per fare questo, la banca o il creditore attua un pignoramento presso terzi, cioè va a vedere se il debitore deve ricevere dei soldi da una terza persona per un prestito, per un lavoro.

Un esempio esemplificativo,  se la banca vuole pignorare il mio denaro perché gli devo delle rate non saldate e sa che ho affittato un appartamento, la banca può andare dal mio inquilino a chiedere l’affitto, che servirà ad onorare il mio debito, mi sarà notificato con un documento di pignoramento e la banca preleverà l’affitto finché non avrò pagato quanto gli devo.