Mutui Acquisto Prima Casa – Guida

Per chi acquista una casa non è semplice scegliere l’istituto bancario a cui affidarsi per accendere un mutuo acquisto prima casa, molto dipende dal  tasso di interesse che quest’ultimo possiede ed i requisiti minimi richiesti dalla Banca per concedere il finanziamento e completare così l’acquisto.

Tralasciando la parte relativa ai requisiti minimi richiesti dalla Banca per un mutuo, parliamo della ricerca del tasso d’interesse più basso per il mutuo sulla prima casa.

Prima di tutto andiamo a chiarire il processo che viene messo in atto una volta effettuata la richiesta di mutuo, la Banca prende in consegna la pratica e verifica scrupolosamente la reale capacità economica del cliente che dovrà versare con cadenza mensile, semestrale o annuale un importo che andrà a scalare il debito. Quest’ultimo sarà composto dalla cifra richiesta dal cliente (150 mila euro) più un interesse percentuale che varia a seconda della tipologia di mutuo scelta e l’istituto bancario a cui ci si rivolge, è per questo che la scelta della Banca a cui rivolgersi è fondamentale per ottenere un tasso d’interesse sul mutuo più basso, a parità di condizioni.

Come trovare il mutuo più conveniente? Esiste il sito telemutuo.it che consente di calcolare diversi parametri che potrebbero interessare all’utente una volta deciso di accendere un mutuo. Prima operazione da fare è recarsi alla pagina http://www.telemutuo.it/vantaggioso/calcolorisparmio.html nella quale verranno mostrati i 3 tool online per scegliere il mutuo migliore attualmente disponibile, sempre in base alle proprie esigenze.

Come risparmiare sul mutuo prima casa? lasciando da parte le agevolazioni statali utilizzeremo il primo tool presente nella pagina citata in precedenza per avere un resoconto generale sulle condizioni migliori per accendere un mutuo e risparmiare qualche soldo, che non guasta mai. Cliccando sul primo banner nero che contiene la dicitura Calcolo risparmio medi“. Una volta cliccato sull’opzione si apre una pagina dove inserire la cifra che vorreste richiedere alla Banca ed il tipo di tasso da applicare a questa cifra fisso o variabile, una volta selezionata l’opzione verrà restituita una lista di mutui che potrete consultare ed analizzare nel dettaglio.

Seconda opzione disponibile nella pagina principale elencata prima è Tabelle di Comparazione, in questo caso inserendo la durata del mutuo è possibile vedere le variazioni di interesse tra tasso misto oppure fisso.

Ultima opzione che ci consente di avere una panoramica completa sul tipo di mutuo e, soprattutto, il tasso di interesse offerto riporta la dicitura Offerta da Battere e consente di avere un paragone riguardo la propria rata di mutuo mensile, ricercando offerte più vantaggiose per il cliente che potrà eventualmente scegliere un nuovo istituto bancario a cui affidarsi.