Cosa Sono i Prestiti per Dipendenti Pubblici

I dipendenti pubblici possono ottenere diverse tipologie di finanziamenti, per far fronte alle proprie esigenze economiche, in modo facile e rapido. Con maggior ragione se sono in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato: infatti, è il proprio impiego a fare da garanzia per la banca o l’istituto erogante che consente in questo modo l’erogazione del prestito senza la presenza di garanti.

Gli appartenenti alla categoria dei dipendenti pubblici possono ottenere in modo agevole:
La cessione del quinto dello stipendio
Il prestito delega
Il prestito personale

I prestiti per dipendenti pubblici tramite la cessione del quinto rappresentano la soluzione giusta per ottenere importi considerevoli in prestito da rimborsare comodamente attraverso la busta paga. Infatti, sarà la propria amministrazione di appartenenza a trattenere mensilmente le rate di rimborso dallo stipendio del richiedente per la restituzione. Le rate di rimborso nei prestiti cessione del quinto, non possono superare la quinta parte del compenso mensile netto dei dipendenti pubblici richiedenti.

I prestiti per dipendenti pubblici possono essere richiesti anche da dipendenti con protesti o segnalazioni basta soltanto avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Per quel che riguarda il prestito delega, solitamente viene aggiunto ad una cessione del quinto è in questo modo permette di ottenere somme più sostanziose di liquidità. Il motivo è che il massimo cedibile per la retribuzione, con la cessione del quinto allegata ad un prestito delega, può arrivare a due quinti dello stipendio netto del richiedente. Per quel che riguarda i prestiti personali sono accessibili a tutte le persone con uno storico finanziario positivo, ovvero che non hanno subito segnalazioni né protesti nel passato per prestiti precedenti. La retribuzioni dei prestiti personali avviene con addebito sul conto corrente o bollettini postali.