Carte di Credito Mastercard

Come viene scritto nella guida dedicata al circuito delle carte di credito Cirrus Maestro, le carte di credito che portano il marchio “MasterCard” appartengono a quel circuito di pagamento: vi invito a consultare i paragrafi 2 e 3 di detta guida, all’interno di questo stesso sito, per approfondire l’argomento inerente il “circuito di pagamento” delle carte di credito.

Le carte di credito della MasterCard sono ben riconoscibili perché
portano quel logo che a tutti sarà capitato di vedere in alcune carte di credito, o in sportelli automatici ATM o nelle insegne dei negozi e hanno la particolarità di appartenere a quel circuito, il Cirrus Maestro appunto, che fa capo ad un consorzio di banche che hanno sedi in tutto il mondo.

Le funzioni primarie delle carte di credito MasterCard, in relazione al circuito al quale appartengono, sono due

–         quella propria del circuito Cirrus, consente alle carte di potere effettuare operazioni di prelievo presso gli sportelli ATM, digitando un codice di sicurezza PIN, alla pari di una carta bancomat;

–         quella propria del circuito Maestro, che consente al titolare della carta
di credito MasterCard
di effettuare pagamenti tramite Pos (i macchinari presenti ormai in tutti i negozi), a patto che quei macchinari siano “abilitati” al pagamento con il circuito Cirrus Maestro; è possibile, inoltre, effettuare pagamenti on line, che costituiscono il maggior uso che viene fatto della carta di credito, anche perché in alcuni casi è proprio necessario, come ad esempio la prenotazione on line di un volo.

La MasterCard: un po’ di storia

Come accennato, la MasterCard è un consorzio di banche presenti in tutto il mondo, che, come accade anche per le carte di credito della Visa, non “emette” le carte di credito nel senso stretto del termine: cioè, non sono quelle banche del consorzio MasterCard a gestire i rapporti con la clientela e definire i costi e le spese delle carte di credito; la MasterCard mette a disposizione il “servizio” che consente alle banche emittenti di far uso delle carte di credito, che utilizzano il circuito Cirrus Maestro per fare transitare il denaro dalla banca emittente, attraverso il suo titolare, alla banca ricevente il credito, ossia quella del venditore.

Il marchio “MasterCard” è nato alla fine degli anni ’40, in America, quando
un gruppo di banche “inventarono” il sistema legato allacarta di credito (potete consultare la pagina generale sulle carte di credito presente in questo sito per maggiori dettagli a proposito). Nasce nel 1951 la prima “vera” carta di credito, con le funzioni primarie di quelle moderne, emessa a New York dalla “Franklin National Bank”.

Nel periodo successivo, altre banche si associarono a quelle che diedero origine al sistema, creando nel 1966 la Internazional Card Association (ICA): la stessa che dalla fine degli anni ’70 prenderà il nome definitivo di “MasterCard”.

Presto il circuito che fa capo alle carte di credito MasterCard entra nel mercato dell’Africa, Australia, Asia, America; dal 1987 viene introdotto in Cina e dal 1988 in Russia.

Sono circa 600 milioni le carte di credito MasterCard in circolazione, di cui 5,5 milioni circa in Italia.

Vediamo le principali carte di credito “personali”.

La carta di credito “Classic MasterCard”

La carta di creditoClassic MasterCard” è la carta di credito “base” dellaMasterCard e, quindi, delcircuito Cirrus Maestro.

E’ una carta di credito collegata ad un conto corrente e, come le altrecarte di credito della MasterCard, consente sia di effettuare pagamenti di beni o servizi presso i negozi convenzionati (dotati di Pos convenzionati con il circuito di pagamento Cirrus Maestro), che di effettuare dei prelievi di contante.

Ad ogni acquisto effettuato mediante la carta, sarà necessario apporre la firma sulla ricevuta che rimane al venditore, che potrà verificare la corrispondenza con la firma apposta sul retro della carta stessa; è anche possibile che al momento del pagamento venga anche richiesto un documento a maggior sicurezza dell’identità del titolare della carta di credito.

Ad ogni prelievo, invece, alla stregua di una carta bancomat, è prevista la digitazione di un codice PIN.
Caratteristiche della carta di credito Classic MasterCard:

–         il limite di credito mensile è fissato tramite accordi presi tra la banca emittente e il titolare della stessa (è frequente la possibilità di accedere ad uno “scoperto di conto corrente”, quale forma di “prestito bancario”);

–         viene offerta la possibilità di rateizzare il rimborso del credito, mediante un preciso piano di ammortamento regolato dal pagamento di un certo numero di rate di un certo importo distribuite in un certo numero di tempo prefissato dal contratto: qualità tipiche della carta di credito revolving;

–         viene fornito al titolare della carta di credito un estratto conto mensile con i dettagli dei movimenti in entrata e in uscita;

–         è prevista una assicurazione sugli acquisti.

E’ inoltre previsto, per i titolari della carta di credito Classic MasterCard, un servizio di assistenza 24 ore su 24, che offre i servizi di sostituzione della carta, quelli informativi sui problemi riguardantifurto o smarrimento della carta e dubbi su truffe, e quant’altro riguarda la gestione della carta di credito.

La carta di credito “Gold MasterCard”

La carta di creditoGold MasterCard”, alla pari della versione “base” della MasterCard Classic sopra detta, consente sia di effettuareacquisti in negozi convenzionati o su internet, che di effettuare prelievi; il sistema di sicurezza della carta prevede la presenza di un chip e di un pin e, a differenza della prima, dà la possibilità di accedere ad un credito anche piuttosto elevato.

Il limite di credito è personalizzabile e viene concordato in sede di contratto tra la banca emittente e il titolare del conto corrente, che decide di attivare la carta di credito; ma qui il tetto massimo di spesa può essere più elevato come può esserlo anche la possibilità di andare in “scoperto”, come accennato sopra e usufruire in questo modo di un immediata forma di prestito da parte della banca emittente. Ricordo che le condizioni di questo prestito, ossia i tassi di interesseche vengono applicati a questo “scoperto”, vengono concordati anch’essi in sede di contratto, specificando anche i tassi Tan e Taeg.

Alla pari di una carta di credito revolving, il credito è poi rimborsabile a rate, oppure, alla pari di una carta di credito a saldo, tutto in un’unica soluzione.

La carta di credito “Platinum MasterCard”

La carta di credito Platinum MasterCardrappresenta la carta di credito “per i clienti più esigenti”, come viene detto dalla stessa aziendaMasterCard.

Ha le stesse caratteristiche di base delle carte di credito Classic e Gold, di cui sopra, relative alla possibilità di effettuare acquisti, di prelevare contante, di avvalersi dei servizi di sicurezza chip e Pin; ma, a differenza delle altre, offre la possibilità di ottenere un limite dicredito anche molto elevato, con la possibilità di rateizzarlo con il sistema revolving.

La carta di credito Platinum MasterCard offre anche una particolare assicurazione sugli acquisti e un “pacchetto assicurativo” che comprende anche delle soluzioni di assicurazione sulla vita, che coprono i rischi di malattia e le spese mediche.

Inoltre, oltre al servizio di assistenza di base, questa carta di creditodà la possibilità ai suoi titolari di usufruire di particolari vantaggi, promozioni e offerte speciali relative a: alberghi, autonoleggi, oltre ad agevolazioni riguardo varie attività commerciali e precedenza sulle liste di attesa.

La carta di credito “MasterCard Revolving”

Quella che dà il titolo al presente paragrafo in realtà non è un’altra tipologia di carta di credito della MasterCard, ma piuttosto unservizio applicabile alle carte stesse: le carte di credito personali che abbiamo visto sopra: la Classic, laGold e la Platinum, hanno tutte e tre la possibilità di potere essere utilizzare quali carte di credito revolving.

Il sistema “revolving” consiste nella possibilità di rateizzare le spese effettuate con la carta di credito, proprio come se si trattasse di unprestito: il piano di ammortamento, ossia il programma di restituzione del debito, viene definito nei suoi elementi fondamentali (tasso di interesse, importo e cadenza delle rate) al momento dell’attivazione della carta e le condizioni (percentuali sui tassi, costi vari) variano di banca in banca.

Quello di cui stiamo parlando è un vero e proprio “servizio”, dunque, applicabile ad ognuna delle carte di credito personali della MasterCard, oltre che anche alla carta di credito per piccoli imprenditori e liberi professionisti “Business MasterCard”; il servizio, invece, non è applicabile alla carta di credito dedicata alle aziende: la “Corporate Mastercard”, né sulla carta di credito World Mastercard, dedicata espressamente a chi viaggia molto o sulla “Black MasterCard”.

Altre carte del circuito Cirrus Maestro

Accennerò in questo paragrafo conclusivo sulla guida alle carte di credito MasterCard, le altre principali carte di credito che appartengono al suo circuito di pagamento, ossia il circuito Cirrus Maestro.


Carta BancoPosta
: è la carta di credito emessa da Poste Italiane e dedicata a chi possiede un conto corrente postale; è possibile attivare il servizio on line.

Carta Ebay: richiedibile on line, riserva un credito di Euro 20,00 di commissioni riservate a chi vende nel sito di eBay.

Carta Clarima: emessa dalla Banca Clarima, ha la particolarità di non chiedere alcuna commissione per fare rifornimento di carburante; è possibile sottoscrivere un’assicurazione in caso di furto o smarrimento.

Carta CrediTIM: anche questa carta di credito è emessa dalla Banca
Clarima e offre particolari agevolazioni ai clienti dell’operatore telefonico TIM possessori di una TIM Card.

Carta CTS: emessa dalla Finemiro, incorpora le funzioni della carta di credito revolving (possibilità dirateizzare il credito).

Carta Viva: emessa dalla Banca Linea, richiedibile on line, non ha costi di emissione, né di canone annui; funzione revolving inclusa.


Carta Kataweb
: emessa dalla Banca Clarima, non ha costi di gestione, è particolarmente adatta per gli acquisti su internet, dacché esonera il titolare da qualsiasi responsabilità nel caso diutilizzo fraudolento della carta stessa.

Carta Futura: emessa dalla Unicredit, è una carta di credito revolving che non ha alcun costo di gestione.


Carta Compass:
emessa dalla MedioBanca e richiedibile presso una delle sue filiali, il suo credito è rimborsabile mediante RID (accredito sul conto corrente relativo alla carta di credito) o mediante bollettini postali inviati in cartaceo.

Carta Eureka: emessa da Fiditalia, richiedibile on line e utilizzabile in tutto il mondo, il suo credito è altamente personalizzabile.